Crea sito

It’s time for a breathing space…

image

È come svegliarsi da un lungo sogno, così,tutto ad un tratto, per un brutto rumore o per un dolore. E quando si viene tirati fuori così con violenza da un qualcosa che si era fatto coincidere perfettamente con la realtà, da un qualcosa che si credeva essere la vita stessa, il proprio certo futuro, beh, la sensazione che si prova è un misto di freddo, rabbia, smarrimento, confusione, solitudine. Quando si è finalmente costretti a guardare in faccia la realtà, senza smancerie né futili e false apparenze, il vuoto che ne segue è incolmabile. Ti senti così stupida ad aver guardato così avanti, così oltre, perchè forse valeva la pena soffermarsi sul presente e anche sul recente passato per capire in tempo che il sogno lo stavi vivendo solo tu nella tua povera, insignificante testa. E nel tuo cuore. Ed ecco che la storia, la tua storia si ripete. Esperienze già vissute e che avevi promesso a te stessa di non fare mai più ricapitare, perchè lo dovevi alla tua dignità e alle persone che insieme a te (e forse più di te) hanno sofferto, tornano come se non ti fossi imposto proprio nulla. Homo Faber fortunae suae, dicevano i latini. Ognuno è artefice del proprio destino. Ma a volte il destino ti capita, per qualche strana e inspiegabile ragione. E tu non puoi fare altro che prenderne atto, raccogliere qualche forza che ti è rimasta, e proseguire il tuo cammino come hai sempre fatto..prima o poi, non importa se fra uno, cinque, dieci o trent’anni, prima o poi anche tu tornerai a vivere un tuo sogno. E questa volta sarà per sempre.

It’s like to wake up from a long dream, so suddenly, because of a loud noise or a pain. And when you are outdrawn from something you had made coincide with reality, from something you had judged as the same life, as your future, well, you feel a mixture of feelings such as cold, anger, dismay, confusion, loneliness. When you are finally compelled to face up to reality, with no affectations or pretences, the consequent emptiness is so unfillable. You feel so stupid to have looked beyond, because maybe it was worth to rest in present and in recent past in order to understand in time that dream was only in your poor, dull head. And in your heart. So the story, your own story, keeps happening. Your past comes back, even if you had promised to yourself that it wouldn’t be happened anymore, because you owed it to your self-respect and to those who suffered together with you (and maybe more than you). Homo faber fortunae suae, Latins told. Everyone is the cause of his own destiny. But sometimes destiny happens to you for some strange and inexplicable reasons. And you can’t do anything else but acknowledge about it, group some energy you still have, and go on as you always did…sooner or later, no matter if it will be in one, five, ten or thirty years, sooner or later even you will live a dream again. And it will be forever.

image

image

image

image

image

image

image

Top- Bershka
Denim- Valentino
Accessories- Swarovski

Categorie: Fashion

7 commenti